Che senso ha?

15 Aprile 2016 Written by 
in Idee
Rate this item
(0 votes)

Mi chiedo e molti si chiedono se ha senso nel terzo millennio, nel nuovo mondo globalizzato, in piena crisi economica parlare ancora di identità e popolo Veneto, di stato Veneto libero e indipendente?

Molti mi rispondono che, vista la corruzione, l’inefficienza e gli sprechi dello stato italiano… il quale non rispetta nemmeno la propria costituzione (art.114 e seguenti) ed è governato da una maggioranza relativa che si ritiene al di sopra e al di fuori delle leggi e delle regole (vedi “pastroci” elettorali)… in definitiva… non solo ha senso parlare di stato Veneto indipendente, ma l’indipendenza è una cosa assolutamente necessaria!

Altri mi dicono che lo stato italiano nei 150 anni della sua breve storia ci ha portato crisi economiche una dietro l’altra, che hanno provocato disperazione ed emigrazioni di massa, ha provocato due guerre mondiali, si è reso responsabile, in nome e per conto di quella bandiera, di deportazioni e leggi razziali ….per cui non solo ha senso parlare di autodeterminazione del popolo Veneto, ma l’indipendenza è una cosa assolutamente necessaria!!

Ma, voglio dire, al di là dell’inevitabile marciume italiano, avrebbe senso comunque parlare di indipendenza dello stato Veneto?

E qua, per la risposta, è necessario vedere che tipo di mondo vogliamo... se vogliamo il mondo della cultura unica e del pensiero unico globale, dell’uniforme e dell’uniformità, dell’omogeneo e dell’omologato …. se vogliamo che il grigiore della massificazione del pensiero e della cultura sia il nostro futuro … allora, in questo caso, non ha senso parlare di cultura e indipendenza veneta…

Se invece pensiamo che le differenze culturali, siano come le differenze di temperatura, cioè energia vitale e necessaria, se ci piace un mondo dai mille colori, dove ogni colore è un popolo con la propria cultura, con la propria storia, col proprio stato… bello perché diverso dagli altri … e queste “biodiversità” ci piacciono e ci fanno capire quando grande e bella sia l’umanità e vogliamo preservarle, per quanto possibile… Bene! Allora, non solo ha senso parlare di autodeterminazione del popolo Veneto, ma l’indipendenza è una cosa assolutamente necessaria!!

Ma, ammesso tutto questo, venendo al tasto più delicato, ha senso dal punto di vista economico parlare di indipendenza Veneta?

Se diamo uno sguardo ai “vecchi” stati, di stampo napoleonico, nei secoli scorsi, con dazi alle dogane e commercio possibile solo all’interno dei propri confini.. vediamo che erano costretti, per trovare sbocchi commerciali, a cercare continuamente di espandere i propri confini e a cercare nuove colonie da sfruttare….. con la conseguenza che le guerre, per motivi economici, erano all’ordine del giorno… adesso, invece, con la globalizzazione e la libertà di circolazione delle merci e delle persone, il rischio di guerre economiche è fortemente diminuito, ma i “vecchi” stati, come l’Italia, grandi carrozzoni burocratici, contenitori di realtà fortemente eterogenee e diversificate…. non riescono a dare le risposte, agli imprenditori e ai lavoratori, che la competizione economica globale richiede, mentre gli stati più piccoli, culturalmente ed economicamente omogenei, stanno risorgendo, noi, invece, rischiamo il fallimento e la bancarotta, pertanto non solo ha senso parlare di autodeterminazione del popolo Veneto, ma l’indipendenza è una cosa assolutamente necessaria!!

576 Last modified on Venerdì, 15 Aprile 2016 20:29
More in this category:
Login to post comments